Portale dei Musei in Comune

facilitated menu

skip to:
content. search, section. languages, menu. utility, menu. main, menu. path, menu. footer, menu.

Home > Notice
Share |
Release date: 08/09/2016

Dalla fine di settembre le visite tattili sono sospese dalla programmazione di    Musei da toccare per riallestimento del percorso permanente del Museo di Roma, la cui riapertura è prevista alla fine dell’anno.

Release date: 07/21/2016

Il Centro di Documentazione del Museo di Roma sarà chiuso per la pausa estiva dal 5 agosto al 5 settembre compresi. Riaprirà regolarmente il 6 settembre.

Release date: 07/14/2016

Si comunica che dal 29 agosto al 1° settembre avranno luogo, in aree limitate e determinate, delle operazioni di manutenzione del  monumento. In tali aree sarà, quindi, interdetto il passaggio al pubblico per motivi di sicurezza.

Ci scusiamo per il disagio arrecato. 

Release date: 07/04/2016

Dal 1 luglio 2016 al 15 ottobre 2016, durante la Campagna Estiva per la donazione di sangue, ingresso gratuito ai donatori di sangue e ad un loro accompagnatore nei Musei civici che aderiscono all'iniziativa.   
Per premiare questo piccolo grande gesto, l'amministrazione capitolina offre ai donatori la possibilità di visitare gratuitamente uno dei Musei di Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali aderenti all’iniziativa.
 
Modalità di accesso al Museo 
Il cittadino donatore e un accompagnatore possono accedere gratuitamente ad uno dei Musei del Sistema Musei Civici di seguito elencati, presentando in biglietteria il certificato rilasciato dalla struttura ospedaliera (o copia del certificato timbrata dalla struttura) che attesti l’avvenuta donazione nel periodo 1 luglio - 15 ottobre 2016.
                                                        
Lista dei musei civici che aderiscono all'iniziativa

Musei Capitolini - Piazza del Campidoglio (Ingresso con ridottissimo 2 euro)
Musei Capitolini - Centrale Montemartini - Via Ostiense, 106
Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali - Via Quattro Novembre, 94
Museo dell’Ara Pacis - Lungotevere in Augusta (angolo Via Tomacelli)
Museo di Roma - Piazza Navona, 2
Galleria d’Arte Moderna - Via Francesco Crispi, 24
MACRO - Via Nizza, 138
MACRO Testaccio - Piazza Orazio Giustiniani, 4
Museo di Roma in Trastevere - Piazza S. Egidio, 1/b
Musei di Villa Torlonia - Via Nomentana, 70
Museo Civico di Zoologia - Via Ulisse Aldrovandi, 18

Release date: 05/11/2016

La     Sala degli Orazi e Curiazi dei Musei Capitolini sarà oggetto di un importante intervento di restauro che riguarderà, in particolare, la fascia superiore delle pareti interne dove si trovano gli affreschi di Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d’Arpino, e il soffitto ligneo della fine del XIX secolo, che ha sostituito quello originario del XVI secolo. L’apertura del cantiere ha avuto luogo il 9 maggio con la consegna della Sala alla ditta aggiudicataria della gara di appalto dei lavori. Sarà un restauro “open”: anche per questo cantiere, infatti, la Sovrintendenza Capitolina ha previsto un passaggio all’interno della sala che darà ai visitatori l’opportunità di vedere i lavori in corso d’opera. 

Gli interventi di ripristino si sono resi necessari per gli evidenti segni di degrado del ciclo pittorico causati da infiltrazioni d’acqua dovute alle precipitazioni atmosferiche, che hanno formato ampie gore con efflorescenze saline e sbiancamenti, perdita di colore e decoesione degli intonaci nella parte alta delle scene.  

La Sovrintendenza Capitolina, nel dicembre del 2014, ha individuato in questo restauro un obiettivo prioritario e ha  accolto la proposta di Mr. Alisher Usmanov di destinare la somma di € 300.000 come atto di mecenatismo a favore di questo progetto, un impegno formalizzato da apposita convenzione.

Saranno effettuati innanzitutto gli interventi conservativi delle zone vistosamente danneggiate dell’intero fregio, per poi procedere alla rimozione delle polveri dalle pareti dell’intera sala. Questo consentirà di monitorare lo stato di conservazione complessivo delle superfici a cui seguiranno ulteriori interventi che si rendessero necessari.

Il soffitto a cassettonato ligneo, come rilevato dalle indagini diagnostiche, mostra lesioni dovute anch’esse alle precipitazioni atmosferiche, che hanno causato evidenti macchie e cedimenti di alcune parti della struttura decorativa.

Nella parte interna del cassettonato si sono allentati alcuni tiranti e sono state rilevate zone  localmente e diffusamente degradate in seguito all’attacco di insetti xilofagi.

L’intervento prevede il completamento delle indagini diagnostiche, il consolidamento della struttura lignea con eliminazione dell’umidità e il restauro di tutte le parti componenti il cassettonato. I tempi di realizzazione dei lavori sono stimati in circa sei mesi. 

La Sala degli Orazi e Curiazi

La Sala degli Orazi e Curiazi è collocata nel piano nobile del Palazzo dei Conservatori dove “l’Appartamento” costituisce il complesso delle sale di rappresentanza dell'antica magistratura civica.

Destinata in origine alle udienze del Consiglio Pubblico, la Sala è decorata da un ciclo di affreschi affidato nel 1595 a Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d'Arpino (1568-1640), esponente di spicco del manierismo romano. La conclusione dei lavori era prevista per il Giubileo del 1600, ma nel 1613 erano compiute solo le prime tre scene. Dopo una interruzione di oltre vent'anni i lavori terminarono nel 1640.

Il ciclo degli affreschi illustra alcuni noti episodi della storia delle origini di narrati da Tito  Livio e resi come una serie di arazzi divisi da festoni di frutta e fiori, trofei d'armi e vasi. L’affresco che dà il nome alla Sala raffigura il combattimento tra gli Orazi e i Curiazi, episodio della guerra di Roma contro la vicina città di Albalonga, che si concluse con un duello tra i tre fratelli Orazi, vittoriosi, che rappresentavano Roma e i tre Curiazi per Albalonga.

Nei lati corti della Sala vi sono due magnifiche statue onorarie di Papi: l'una, in marmo, scolpita da Gian Lorenzo Bernini tra il 1635 e il 1640, raffigura Urbano VIII Barberini (1623-1644); l'altra, realizzata in bronzo tra il 1645 e il 1650 in onore di Innocenzo X Pamphilj (1644-1655), è opera dello scultore bolognese Alessandro Algardi.

Release date: 04/26/2016

Si informano i visitatori che la Torre delle Milizie attualmente non è visitabile.

Release date: 09/14/2015

Da martedì 15 settembre è possibile per i visitatori rivedere le Scene Romane.

Fino al 22 settembre nel museo sarà possibile visitare solo la galleria delle Scene Romane con una selezione di n.22 acquerelli di Ettore Roesler Franz, le Scene Romane, la stanza Trilussa. Disponibile anche la consultazione del touch screen con la storia degli acquerelli di Roma Pittoresca.

Dal 23 settembre sarà visibile anche la mostra Mc mafia camorra e n’drangheta nella storia de fumetto (primo piano).

Dal 25 settembre sarà  possibile vedere anche la mostra K&K due sguardi sull’Italia- Un secolo di fotografia tra le immagini di due boemi (primo piano)

Dall’1 ottobre sarà quindi possibile visitare anche il piano terra (rinnovato) con la mostra Andy  Rocchelli Stories.

Release date: 01/27/2014

Financial resources necessary for the redevelopment of the Museo della Civiltà Romana have been allocated today. With the funds, requested by the mayor of Rome Ignazio Marino and by the Municipal Councillor for Culture Flavia Barca, a tender will be called for the renovation works, which will include: the redevelopment of the exhibition halls , the upgrade to current regulations on hygiene and fire prevention, the safety of the area and the removal of architectural barriers .
These works will also cover the large model of Imperial Rome and the historic rooms of the Museum, the Planetarium and the Astronomy Museum, resulting in the immediate closure to the public of the Museo della Civiltà Romana.
"Finally, the city's best educational Museum will now undergo redevelopment works," stated the Mayor Marino and the Councillor Barca. "It was several years that these funds were awaited. The enhancement of our cultural heritage and of a museum complex like the Museo della Civiltà Romana, frequented mainly by young students, results from action like these."

back to facilitated menu.