Portale dei Musei in Comune

facilitated menu

skip to:
content. search, section. languages, menu. utility, menu. main, menu. path, menu. footer, menu.

Home > Events > Divinamente Roma. Festival Internazionale della Spiritualità
Share |

Divinamente Roma 2010. Festival Internazionale della Spiritualità

27/03 - 05/04/2010

Divinamente Roma. Festival Internazionale della Spiritualità

Type: Festival

La città di Roma torna ad accogliere le note, le voci, i racconti di altre genti, di altre culture, per rintracciare un sentire comune, un’univoca vocazione alla comprensione, alla pace, mettendo al centro del discorso - non solo artistico - l’uomo, con le sue immutate domande, i suoi bisogni più alti, la sua spiritualità, oltre ogni singolo, differente credo.

Così dal 27 marzo al 5 aprile 2010, tra teatri, chiese, musei, siti storici della capitale si intrecciano le maglie di una rete di proposte di spettacolo eterogenee per stile e linguaggio (dalla musica tradizionale alla classica, dalla danza alla recitazione al canto rituale), che compongono il ricco cartellone della terza edizione di Divinamente Roma. Festival internazionale della spiritualità, diretto da Pamela Villoresi, promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, da Arcus, dall’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, dall’Associazione ARMUSER e dall’Ente Teatrale Italiano, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero degli Affari Esteri e della Commissione Nazionale Italiana Unesco.
Dopo gli intensi incontri delle prime due edizioni, anche quest’anno dunque Divinamente Roma, vuole offrire al pubblico della capitale nuovi ed intensi momenti di confronto, di conoscenza, di riflessione, grazie all’arte di grandi maestri e giovani promesse della scena anche internazionale, ed individua come fil rouge di questa terza edizione del festival il Timor di Dio: «Il canto, la preghiera, il mito, il teatro, raccontano spesso dello smarrimento dell’uomo nei confronti di una forza inconoscibile e terrifica, di una volontà forte, immensa, che nel dispiegare il suo volere, non tiene in nessun conto l’essere umano – dichiara Pamela Villoresi –. Questo timore, questa dichiarata fragilità dell’uomo riempiono infinite pagine del rapporto tra l’uomo e Dio».

L’appuntamento inaugurale del festival avrà luogo negli spazi che custodiscono la storia di Roma, i Musei Capitolini, dove risuoneranno le note de Il cammino dell’anima, viaggio mistico-musicale in cui due straordinari musicisti di origine russa, il clarinettista Anton Dressler ed il pianista Uri Brener, ci guideranno in un percorso che si snoda attraverso la Rapsodia di Debussy, la bellezza esasperata della Meditazione di Massenet e il dolore del Kaddish di Ravel.
Nei Mercati di Traiano, complesso archeologico dalle caratteristiche uniche, sarà ospitata la messinscena di Francesca, la Santa degli emigranti, monologo drammatico di Enrico Groppali, diretto da Maurizio Panici e interpretato da Vanessa Gravina, che nasce dalla precisa volontà dell’autore di portare a conoscenza del grande pubblico la figura e l’opera eccezionale di Francesca Cabrini, religiosa lombarda che dal 1889, anno della sua trasferta a New York, fino alla sua scomparsa nel 1917, riuscì a creare dal nulla scuole, ospedali, convitti, orfanotrofi, coinvolgendo nel suo universale progetto di pace e fraterna collaborazione artisti, pensatori e politici di diversa fede. Lo spettacolo sarà proposto sia in lingua inglese che in italiano (lunedì 29 marzo).
La stupefacente scenografia del Planetario diventa teatro di Stellarum Opifice, scritto da Valeria Moretti per la regia di Marco Carniti, spettacolo-omaggio alla figura di Suor Maria Celeste Galilei, interpretata da Federica Bern, che nel segno di un ponte tra fede e ragione scandisce il delicato percorso d’amore tra Galileo Galilei e Virginia, figlia illegittima del grande scienziato fattasi suora al principio del 1600. La messinscena, liberamente ispirata alle lettere che la figlia scrisse a suo padre, sarà proposta sia in lingua inglese che in italiano (giovedì 1 aprile).

Per il secondo anno consecutivo il festival trasferisce il suo fortunato format oltreoceano, dando vita a Divinamente New York – International Art Festival on Spirituality (dal 22 al 26 aprile 2010) che, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di New York, ospiterà una selezione degli spettacoli e degli artisti presentati a Roma, dall’emblematico Francesca, la Santa degli emigranti a Stellarum Opifice, da Il cammino dell’anima del duo Dressler-Brener alle voci di Teresa de Sio ed Evelina Meghnagi.

Information

Opening hours

dal 27 marzo al 5 aprile 2010

Entrance ticket

Ingresso libero

Free
Yes
Information

06 44013292

Web site
www.divinamente.info/roma2010
Email
Organization

A.R.Mu.S.e.R. e LAGAZZALADRA Srl

With the technical assistance of

Step srl, Corealizzazione, Comunicazione, Promozione, Ufficio stampa, ETI Ente Teatrale Italiano

back to facilitated menu.